Quinta A 2002-2003

Cari ragazzi,
spero che il destino,oltre alle inevitabilli cuspidi nelle quali vi farÓ inciampare,

ed ai punti angolosi che renderanno impervio il vostro cammino, possa, di tanto

in tanto, concedervi di fermarvi a riposare seduti a cavallo di un flesso a tangente

obliqua.
E che, dopo l'altalena dei massimi e minimi, finalmente vi sorridano positive le

derivate seconde, conducendovi per mano alla serenitÓ di un asintoto orizzontale

che si allunga felice verso l'infinito.